Il Piano Industria 4.0 supera l’esame della Legge Finanziaria per il 2018

banner_conferenza_industria_40
Procede senza battute di arresto il tentativo di innovare il tessuto produttivo nazionale attraverso il Piano Impresa 4.0.
Nuove tecnologie, interconnessioni fra macchinari, organizzazioni e sistemi informatici possono realmente divenire la caratteristica che contraddistinguerà le imprese italiane.

Dopo gli incentivi dei passati esercizi, il Governo ha continuato a credere nel cambiamento intrapreso, approvando il 23 Dicembre scorso la Legge Finanziaria 2018 e le misure di crescita in essa contenute.

Dalla lettura dei testi di legge, fortunatamente rimasti immutati nonostante i numerosi emendamenti, è tangibile la possibilità per le organizzazioni italiane di essere traghettate nel mondo dell’internet of thing e di Impresa 4.0.

Innanzitutto, è confermata la Nuova Sabatini, con un rifinanziamento pluriennale di 330 milioni di euro ed è stabilito un credito di imposta del 40% delle spese relative al solo costo aziendale del personale dipendente, per il periodo in cui è occupato in attività di formazione sui temi 4.0 o nelle aree marketing e vendite.

L’iperammortamento è prorogato fino al 31.12.2018, e fino al 31.12.2019 a condizione che entro la data del 31 dicembre 2018, il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione.
E’ prevista anche la sostituzione del bene durante il periodo di ammortamento con uno avente caratteristiche tecnologiche analoghe o superiori a quelle previste dalla misura.

Unico piccolo passo indietro, è rappresentato dalla riduzione del superammortamento che passa dal 140% al 130%.

1_a_b_a-piano-impresa-4.0

Ministero dello Sviluppo Economico

E’ dunque questo il momento per innovare le nostre organizzazioni, connettendole e integrandole al mondo IoT attraverso l’utilizzo di macchinari e software 4.0.

Anche i nostri prodotti CRM rientrano a pieno titolo tra le dotazioni finanziabili.
Grazie all’innovativo motore BPM è possibile creare e gestire soluzioni Process-Driven per l’organizzazione aziendale e  per la gestione e il controllo di macchinari connessi alla rete.
I dati delle macchine potranno essere letti e gestiti per attivare in automatico i cicli di assistenza, con una notevole riduzione degli investimenti in termini di ore e risorse dedicate.

Per conoscere la soluzione CRM con motore BPM più adatta alla tua azienda, contattaci all’indirizzo e-mail o compila il webform

info@crmvillage.biz

Lo staff CRMVillage


Lascia un commento