Archivio mensile:settembre 2014

Organizzare le informazioni significa valorizzare i clienti

Quanto valore riesci a dare ai tuoi clienti? È una domanda importante, perché se le informazioni sui clienti non sono organizzate per essere sempre consultabili, contribuendo a uno storico di vita dell’azienda, il risultato è l’inefficienza e, di conseguenza, la perdita di occasioni e la diminuzione del prestigio. L’obiettivo che tutti ci poniamo è fidelizzare: per raggiungerlo, la strada è quella della valorizzazione.

Cosa si può fare, quindi, per accrescere il valore? Per prima cosa, dare una struttura. Un software CRM ti dà il controllo su ogni dettaglio e permette di rintracciare, all’interno di un unico “magazzino”, tutta l’informazione di cui hai bisogno. È il concetto di datawarehouse.

L’equazione è semplice:b

  • il valore dell’azienda è dato dal suo storico (clienti acquisiti) e dalle nuove informazioni in ingresso (nuove opportunità);
  • questo database, se organizzato e consultabile, accresce di dimensioni e valore nel tempo;
  • tale valore ritorna sia all’azienda, sotto forma di efficienza delle risorse, sia ai clienti, sotto forma di servizi e customer-care.

Nel Workshop del 19 settembre 2014 abbiamo mostrato VTECRM come esempio di “magazzino” dei principali processi di lavoro: commerciali, marketing e post-vendita. In particolare ci siamo soffermati sul momento delicato in cui il prospettarsi di una nuova opportunità (ad esempio una mail che ricevi da un potenziale cliente ancora sconosciuto) si trasforma in un dato concreto, archiviato e integrato nei processi sopra citati.

La via per farlo è quella di un CRM:

  1. Una mail totalmente de-strutturata arriva sull’account di posta gestito da VTECRM; un pulsante permette di generare la scheda del mittente ed archiviarla nel database dei potenziali (Leads); un pulsante permette di “conversare” ovvero aprire la visibilità dell’email al collega che la prende in carico. Senza uscire dalla videata della email, senza dispersione nella comunicazione, la nuova opportunità e il suo mittente sono diventati parte dei processi e quindi del valore.
  2. Il form di contatto sul sito web, agganciato a VTECRM, permette di immagazzinare direttamente la scheda Lead (potenziale) e la sua richiesta. La lista automatica di nuove richieste si riempie man mano di nuovi e l’utente preposto a gestirle viene notificato ad ogni nuovo contatto. Il database CRM cresce autonomamente, senza azioni da parte dell’utente i nuovi potenziali sono già parte dei processi.

modulo messaggi